Skip to main content
Welcome to Nuveen
Select your preferred site so we can tailor your experience.
Select Region...
  • Americas
  • Asia Pacific
  • Europe, Middle East, Africa
location select
Select Location...
  • Canada
  • Latin America
  • United States
  • Australia
  • Hong Kong
  • Japan
  • Mainland China
  • Malaysia
  • New Zealand
  • Singapore
  • Taiwan
  • Thailand
  • Other
  • Austria
  • Belgium
  • Denmark
  • Finland
  • France
  • Germany
  • Ireland
  • Italy
  • Luxembourg
  • Middle East
  • Netherlands
  • Norway
  • Spain
  • Sweden
  • Switzerland
  • United Kingdom
  • Other
location select
Institutional Investor
  • Institutional Investor
  • Individual Investor
  • Financial Professional
  • Global Cities REIT (GCREIT)
  • Green Capital
  • Private Capital Income Fund (PCAP)
location select
Investimento responsabile

Nuveen premiata da Insurance Asset Risk per l'Iniziativa rivolta agli investimenti climatici

Silver trophy blue light

In occasione degli Insurance Asset Risk Americas Awards 20231 Nuveen ha ricevuto il premio "Climate Investment Initiative of the Year".

In questa intervista, Joseph Pursley, Americas Head of Insurance, illustra come Nuveen stia supportando le compagnie assicurativea raggiungere i propri obiettivi di sostenibilità e decarbonizzazione grazie ad un processo d’investimento innovativo.

In che modo il vostro approccio alla sostenibilità va a vantaggio delle assicurazioni?

Joseph Pursley: I fondatori di Greenworks Lending— società acquisita da Nuveen nel 2021 e ribattezzata come Nuveen Green Capital — avevano inizialmente un obiettivo: creare soluzioni di investimento che allineassero meglio i benefici ottenuti dai proprietari di edifici commerciali apportando miglioramenti alle prestazioni ambientali degli immobili. La domanda da parte dei mutuatari è stata sensazionale e, nel 2017, abbiamo iniziato a cartolarizzare i prestiti C-PACE (Commercial Property Assessed Clean Energy). Dalla creazione del nostro programma di cartolarizzazione, è emerso in modo evidente che avevamo sviluppato un'offerta d’investimenti assicurativi estremamente interessante. Il meccanismo C-PACE offre agli assicuratori un accesso a flussi di cassa di altissima qualità, a tasso fisso e con scadenze che possono arrivare a 20 anni — tre caratteristiche che in particolare sono molto apprezzate dagli assicuratori del ramo vita. Oltre ai fattori fondamentali d'investimento che rendono la soluzione C-PACE interessante per gli assicuratori, gli investimenti garantiti dal meccanismo C-PACE possono essere classificati in categorie d'impatto. Infatti, i proventi dei nostri prestiti generano una riduzione diretta e quantificabile delle emissioni di anidride carbonica, o una mitigazione climatica per gli immobili commerciali. Questa componente a “impatto” degli investimenti è diventata oggi molto più importante per le compagnie assicurative e si tratta di una tendenza che crediamo continuerà anche in futuro.

Qual è l'interesse riscontrato per gli investimenti sostenibili negli Stati Uniti? Ritiene che aumenterà l’interesse per prodotti specifici per le assicurazioni come il vostro?

Joe: Da database come S&P Market Intelligence si evince che il comparto assicurativo statunitense vanta un patrimonio investibile pari a oltre 7000 miliardi di USD.2 Se si combina tale somma di denaro con l'intrinseca necessità, per le compagnie assicurative, di supportare un cambiamento positivo per l'ambiente e la società, non è difficile comprendere perché molte aziende, tra cui Nuveen e TIAA, ritengano che siamo solo alle prime fasi di allocazioni di capitale in ambito assicurativo destinate agli investimenti sostenibili. Ciò che davvero ne guiderà la crescita e l’adozione sono gli investimenti sostenibili che offrono rendimenti a tassi di mercato. Se gli investimenti saranno in grado di garantire tali rendimenti e di generare risultati positivi per la società e/o l'ambiente, i dati mostrano che gli assicuratori opteranno per un’allocazione sostenibile, o "in grado di generare un impatto", rispetto a una "non sostenibile" o "priva d'impatto". Riteniamo che questa tendenza sia destinata a crescere nel corso del tempo.

È importante rilevare che, attualmente, le compagnie assicurative statunitensi stanno iniziando a suddividere gli investimenti responsabili in 1) fattori di rischio in ambito ESG e 2) investimenti sostenibili o a impatto. L'aspetto positivo delle strategie che si avvalgono degli investimenti sostenibili e dell’impact investing è rappresentato dagli indicatori chiave di performance diretti e misurabili, che si affiancano al rendimento finanziario ai tassi di mercato. Questi KPI aiutano davvero le compagnie assicurative a tenere traccia dei risultati positivi nel tempo e a comunicarli agli stakeholder tramite report sulla sostenibilità, che ogni anno vengono redatti da un numero sempre maggiore di compagnie assicurative. Il meccanismo C-PACE è un ottimo esempio in tal senso, ma lo sono anche le infrastrutture per le energie rinnovabili e gli alloggi a prezzi accessibili.

Tra i temi chiave in materia di sostenibilità, quali ritiene assumeranno maggiore importanza per le compagnie assicurative statunitensi?

Joe: In primo luogo, notiamo che sempre più assicuratori riconoscono che il cambiamento climatico è un rischio per gli investimenti. A ciò è correlata la continua distinzione tra i fattori di rischio in ambito ESG e l’ottenimento di risultati positivi tramite investimenti sostenibili e a impatto. Le assicurazioni incorporeranno altresì l'impatto come un metro di giudizio per valutare l'incidenza non finanziaria di un investimento. Infine, si sta procedendo verso un maggiore monitoraggio dei KPI per gli investimenti non finanziari e verso una maggiore rendicontazione pubblica.

Il meccanismo C-PACE offre agli assicuratori un accesso a flussi di cassa di altissima qualità, a tasso fisso e con scadenze che possono arrivare a 20 anni - tre caratteristiche che in particolare sono molto apprezzate dagli assicuratori del ramo vita
Joseph Pursley
Contattaci

1 L'11 ottobre 2023, a Nuveen è stato conferito il premio "Climate Investment Initiative of the Year" da parte di Insurance Asset Risk, grazie a una proposta che prevede la creazione di un'offerta C-PACE quale soluzione per le compagnie assicurative. I giudici esaminano il materiale presentato e assegnano alle proposte un punteggio con una votazione segreta, attribuendo un punteggio su una scala di 100 e una posizione: 1°, 2°, 3°, nessun piazzamento. I voti vengono contati e verificati dalla redazione di Insurance Asset Risk. Tutti i giudici sono degli esperti del settore senior provenienti da tutto il continente americano, scelti in base alla loro expertise, obiettività e credibilità. La decisione dei giudici è inappellabile e né Insurance Asset Risk né la commissione giudicante sono in contatto con i singoli candidati e/o i vincitori dei premi.

2 Fonte: S&P Market Intelligence al 30/09/23.

Il presente materiale, così come i giudizi e le opinioni espressi al suo interno, hanno uno scopo puramente informativo ed educativo alla data di redazione/scrittura e possono mutare in qualsiasi momento e senza preavviso in base a numerosi fattori, come le condizioni di mercato, economiche o di altro tipo, gli sviluppi legali e normativi, ulteriori rischi e incertezze e potrebbero non concretizzarsi.

Informazioni importanti sui rischi

I risultati passati non sono una garanzia di risultati futuri. Tutti gli investimenti comportano un certo grado di rischio, compresa la possibile perdita del capitale, e non sussiste alcuna garanzia che un investimento fornirà una performance positiva per un dato periodo di tempo. Alcuni prodotti e servizi potrebbero non essere a disposizione di tutte le persone fisiche o giuridiche. Non viene rilasciata alcuna garanzia di conseguimento degli obiettivi d’investimento.

Gli investitori devono essere consapevoli del fatto che gli investimenti alternativi sono speculativi e soggetti a rischi sostanziali, compresi quelli associati a: liquidità limitata, potenziale impiego della leva finanziaria, eventuali vendite allo scoperto e investimenti concentrati. Essi possono altresì prevedere strutture fiscali e strategie d’investimento complesse. Gli investimenti alternativi potrebbero essere illiquidi, potrebbe non esistere un mercato secondario liquido o acquirenti pronti a comprare tali titoli, potrebbe non sussistere l’obbligo di fornire agli investitori informazioni periodiche su prezzi o valutazioni, potrebbero registrarsi ritardi nella distribuzione delle informazioni fiscali agli investitori. Essi, inoltre, non sono soggetti agli stessi requisiti normativi di altre tipologie di veicoli d’investimento in pool e potrebbero essere soggetti a commissioni e spese elevate, con una conseguente riduzione degli utili.

Back to Top Icon